Sativa e Indica

Sativa e Indica: tutto ciò che devi sapere

I termini più comuni che sentirai quando ti immergi nel mondo della marijuana medica sono sativa e Indica. Questi nomi si riferiscono ai due principali tipi di cannabis e ognuno fornisce effetti e benefici diversi. Mentre queste classificazioni sono ampie, possono darti un'idea di cosa aspettarti quando le usi, aiutandoti a determinare quale tipo di marijuana dovresti acquistare per te.

Di seguito è una semplice guida per aiutarti a capire tutto ciò che devi sapere su Sativa e Indica:

Indica

L'Indica è un tipo di pianta di cannabis che cresce nei climi freddi, in particolare nelle regioni montuose. Le piante di Indica sono più corte e hanno una struttura di fiori o gemme molto più densa della Sativa.

Gli effetti principali di Indica sul corpo includono sollievo dal dolore, sedazione, rilassamento ed euforia. Sono noti per essere il tipo di marijuana che è meglio per dare agli utenti una sensazione di calma e tranquillità, facendo di Indicas un'ottima sostanza per alleviare il dolore e l'infiammazione cronici. L'Indica può anche aiutare a indurre il sonno e combattere l'insonnia.

sativa

Questo tipo di cannabis si trova in genere nelle regioni con climi tropicali. I sativa hanno una struttura più alta, che li fa sembrare alberi. A differenza di Indicas, i Sativa sono meno densi quando si tratta della struttura delle gemme.

Gli effetti principali di Sativa includono umore elevato, euforia e appetito indotto. Sativa è perfetta per il trattamento dei disturbi dell'umore ed è ottima anche per combattere la nausea e le emicranie.

ibridi

ibridi sono incroci tra Indica e Sativa. Offrono una combinazione degli effetti di entrambe le classificazioni. Tuttavia, la forza degli effetti di un ibrido dipenderà dal tipo più dominante. Ad esempio, se un ibrido è più sedativo che induce l'appetito, è più incline all'Indica che alla Sativa, sebbene possa avere attributi da entrambi.

Inoltre, diversi tipi di cannabis sono più uno spettro tra gli effetti a seconda di fattori che contribuiscono, come le loro piante madri. Questi sono noti come "ceppi" e variano in base al profilo di impianto di un ibrido specifico.

Fattori che contribuiscono alla classificazione della deformazione

Di seguito sono riportati alcuni esempi di fattori che contribuiscono alla classificazione dei ceppi:

cannabinoidi o i composti chimici presenti nelle piante di cannabis. Questi composti agiscono sui recettori del corpo e comprendono i due noti recettori della marijuana cannabidiolo (CBD) e tetraidrocannabinolo (THC).

La principale differenza tra questi due composti è che il THC ha effetti psicoattivi sull'utente e il CBD no. Il THC è anche ciò che aiuta ad alleviare il dolore e a stimolare l'appetito, mentre il CBD si appoggia maggiormente ai benefici medicinali.

Un altro fattore che contribuisce alla classificazione della deformazione è terpeni, che è l'odore di una specifica varietà di cannabis. I composti dei terpeni influenzano l'aroma di una pianta di cannabis e agiscono anche sui recettori, fornendo benefici medicinali come aumento dell'umore e sollievo dal dolore.

Conclusione

Sativa e Indica sono le due porte dell'intero mondo della marijuana. La combinazione di entrambi i tipi può portare a vari ceppi che offrono una serie di vantaggi, a seconda del tipo dominante. Conoscere la differenza tra Sativa e Indica ti darà una migliore comprensione delle diverse varietà e di ciò che sarebbe adatto alle tue esigenze.

Se stai cercando Semi di CBD o semi di canapa nel Regno Unito, contattaci oggi al Coffee Shop Seeds! Abbiamo una vasta selezione di semi che sicuramente soddisferanno la tua esperienza.

We & #039; re Social - Diffondi l'amore