Pianta di cannabis in fase di semenzale

La nostra guida per dominare la fase della piantina di cannabis

The Stage di piantine di cannabis e #8211; La coltivazione di marijuana può essere stimolante e confusa, soprattutto quando non sai cosa aspettarti. A volte, pensi di avere tutto bene fino al momento del raccolto, solo per scoprire di aver prodotto molto meno di quanto volevi, sia in termini di qualità che di quantità.

Non c'è dubbio che coltivare cannabis può essere un processo complicato, specialmente se è la prima volta che provi. Tuttavia, se segui il giusto processo e le linee guida su come coltivare la tua pianta di cannabis, puoi essere orgoglioso di sapere che puoi ottenere un raccolto buono e di qualità ogni volta. Tieni presente che coltivare cannabis non è qualcosa che fai nel momento giusto. Acquistare il giusto tipo di semi e coltivare il raccolto richiede molta pianificazione attenta. La pianta di cannabis, come qualsiasi altro tipo di pianta, ha anche bisogno della giusta quantità di preparazione e ingredienti per prosperare e soddisfare un certo standard di qualità.

Le fasi della coltivazione di una pianta di cannabis

Ci sono diverse fasi per coltivare cannabis. La preparazione inizia dal decidere quale seme acquistare e termina alla raccolta. Ecco le fasi della coltivazione di una pianta di cannabis:

La scelta dei semi di cannabis

  • Semi germinanti
  • Semi idratanti
  • Stage di piantine
  • Fase vegetativa
  • Fase di fioritura
  • Raccolta

Scegliere dove vuoi coltivare le tue piante è il primo fattore principale in questo processo. Molte persone scelgono di coltivare le loro piante in casa a causa della privacy e del migliore controllo delle colture. Alcune persone scelgono la vita all'aperto perché i requisiti sono più semplici e alcuni sostengono che la cannabis coltivata all'aperto abbia un sapore migliore.

Dato che spiegare in profondità ogni fase richiederebbe un po 'di tempo, oggi affronteremo una fase molto importante: la fase della piantina.

canapa Stage di Piantine

La fase di semina della coltivazione di cannabis segue la fase di germinazione. È il palcoscenico in cui i tuoi germogli iniziano a far crescere una seconda serie di foglie, che sembrano leggermente diverse dai cotiledoni embrionali. Mentre le tue piante di cannabis sono piantine, dovrai seguirle attentamente poiché questa è una delle fasi più vulnerabili del processo di crescita. Le piantine sono più soggette a malattie e danni di quanto non siano in qualsiasi fase del ciclo vegetale.

Ci sono tre passaggi molto importanti per padroneggiare la fase della piantina di cannabis. Diamo un'occhiata più da vicino qui sotto:

Scegli il piatto giusto per il piatto

Scegliere il giusto contenitore e terreno di coltura per la tua pianta di cannabis è una parte importante del processo. Il suolo è la scelta più comune e popolare per germinare i semi di marijuana grazie alla sua semplicità.

Se stai provando a far crescere un raccolto da semi di cannabis autofiorenti, sarà adatto qualsiasi tipo di vaso che possa ospitare una pianta adulta. Quando scegli una pentola in cui i tuoi semi autofiorenti possono crescere, sarai in grado di vedere una crescita considerevole entro le prime tre settimane di vita della tua piantina.

La dimensione del vaso dovrebbe essere compresa tra 1-5 litri, indipendentemente dal metodo di coltivazione scelto o dalla varietà utilizzata. Crescere da semi a flusso automatico significa che le dimensioni contano poiché il vaso avrà un enorme impatto sulla dimensione della tua pianta, sul numero di volte in cui la innaffi e, soprattutto, sulla sua resa complessiva.

I vasi d'aria sono ideali per i semi autofiorenti perché forniscono più ossigeno alle radici. Più ossigeno significa una pianta più sana che produce più gemme.

Se coltivi un raccolto da semi femminizzati, puoi optare per un vaso iniziale più piccolo. Poiché è estremamente facile trapiantare piantine di cannabis femminizzate o regolari da una pentola all'altra, non è necessario che le pentole di partenza siano a grandezza naturale.

Regola le condizioni ambientali

Le piantine di cannabis sono estremamente delicate, motivo per cui le loro condizioni ambientali devono essere abbastanza specifiche. Ci sono due aspetti particolari che richiedono la tua attenzione: illuminazione e irrigazione.

Le piantine possono essere solo piccole piante di cannabis, ma hanno bisogno di un tipo specifico di illuminazione per crescere correttamente. Le loro controparti adulte avranno bisogno di una maggiore intensità della luce, ma durante le prime fasi, è possibile utilizzare una semplice luce CFL nello spettro di luce blu.

L'irrigazione delle piantine di cannabis può essere abbastanza difficile. In effetti, i coltivatori principianti spesso dichiarano che si tratta di una delle sfide più difficili che devono affrontare. Monitora attentamente quanta acqua versi, in quanto è così facile innaffiare troppo le tue piante. Le radici non hanno la capacità di gestire troppa acqua e influenzeranno la qualità delle tue piante. Presta molta attenzione al ritmo o al ciclo tra bagnato e asciutto. Un'irrigazione adeguata assicurerà che la tua pianta prospera.

Fornisci alle piantine i giusti nutrienti 

Le tue piante di cannabis non produrranno gemme di qualità e potenti senza l'aiuto del giusto set di nutrienti. Le piantine di cannabis, tuttavia, fanno bene a produrre i propri nutrienti senza avere troppe interferenze. Detto questo, man mano che la tua pianta cresce, avrà bisogno di più sostanze nutritive di quelle che solo il suolo può offrire.

Non sovralimentare le piantine. In questo modo finirai prematuramente la vita delle tue piantine di cannabis. Controlla che stai fornendo i giusti nutrienti poiché alcuni dei nutrienti ben intenzionati disponibili sul mercato potrebbero avvelenare le piantine.

Avvio di questa nuova attività è divertente e gratificante se segui semplicemente le linee guida.

Se stai cercando semi di rqs, semi di canapa o semi di CBD, mettiti in contatto con Coffee Shop Seeds per vedere come possiamo aiutarti!

We & #039; re Social - Diffondi l'amore