Differenza tra Indica e Sativa

La differenza tra Cannabis Indica e Cannabis Sativa

differenza tra Sativa e Indica - Per il mondo che fuma erba, ci sono due tipi di specie di Cannabis: Cannabis indica e Cannabis sativa. C'è anche un incrocio tra queste "specie". Gli utenti segnalano che c'è una differenza tra gusto, olfatto e livello di alto. Tuttavia, c'è una tale differenza? Cosa dice la scienza della differenza tra Cannabis sativa e Cannabis indica

Rendi chiari i tuoi fatti: la differenza genetica 

Il naturalista francese del 18 ° secolo Jean-Baptiste Lamarck distinse per la prima volta le cosiddette specie quando lo riferì C. indica aveva un'altezza minore e foglie più larghe rispetto a C. sativa. Da allora, negli ultimi trecento anni, la sua dicotomia è rimasta fedele alla comunità che consuma erba ed è diventata canone colloquiale. 

Tuttavia, gli scienziati da Lamarck sono diventati più severi con la definizione di "specie", che è diversa da "ceppo". Le specie sono definite come un gruppo di organismi che:

  • Hanno una disposizione quasi identica di materiali genetici (chiamata sequenza genomica)
  • Possono riprodursi tra loro
  • Può produrre prole, che a sua volta può anche riprodursi
  • Hanno una storia evolutiva condivisa 

D'altra parte, "ceppo" è un termine usato per riferirsi a varietà di specie di batteri (quindi l'uso di "ceppo" per riferirsi a vari tipi di Cannabis è di per sé un termine improprio). Invece, il termine corretto è "varietà" o "razza".

Ad esempio, la specie umana Homo sapiens è geneticamente distinto da quello del suo antenato Homo habilis. Una specie estinta di umanoidi nani ha chiamato Homo floresiensis è un altro. Ciò che la maggior parte delle persone chiama "razza" sono le varietà biologiche all'interno di un gruppo di specie biologiche. Caucasoide, Negroide e Mongoloide, che si riferiscono rispettivamente a bianchi, neri e asiatici, sono tutte varietà della stessa specie umana. Ciò significa che tutti gli esseri umani hanno lo stesso genoma ma presentano sottili differenze nell'espressione di quella sequenza genomica. Tuttavia, poiché la stragrande maggioranza dei consumatori di marijuana non sono scienziati, tendono a confondere i termini come la loro testa quando sono al massimo. 

Oggi considerano la maggior parte dei botanici di livello C. indica e C. sativa come le stesse specie che hanno centinaia di varietà sebbene una minoranza vocale sostenga ancora diversamente. Una minoranza ancora più piccola afferma che la cannabis ha quattro specie esistenti. Tuttavia, studi recenti sembrano rafforzare la visione tradizionale. 

Un gruppo di ricercatori canadesi ha raccolto quasi un centinaio di campioni di ciò che i vari distributori chiamavano C. indica e C. sativa. È stato il primo studio a sequenziare i genomi di entrambe le piante. Differenze significative nel genoma definiscono la differenza tra specie di piante appartenenti allo stesso gruppo di specie chiamate genere (in questo caso, genere Cannabis). I risultati sono stati pubblicati sulla rivista PLOS One. Il sequenziamento del genoma dei campioni non ha mostrato differenze genomiche sostanziali tra i due. Ciò significa che C. indica non è diverso da C. sativa, come come gli asiatici e gli inglesi sono la stessa specie ma diverse razze o varietà di un essere umano. 

È il chemiotipi che differiscono, non la specie

Contrariamente al genotipo, che si riferisce alle differenze nella sequenza (e nelle specie) genomiche, ciò che è chiaro è che il genere Cannabis ha diversi e molti chemiotipi. Come analogia, puoi confrontare le differenze nel chemiotipo con le differenze negli atteggiamenti delle persone. Alcune persone sono irritabili in ogni momento, altre timide, mentre altre sono estroverse, una conseguenza dei loro ormoni dominanti. È uguale alle piante di cannabis poiché alcune hanno un contenuto dominante di THC, altre dominano il CBD non psicoattivo e il resto in qualche modo. La varianza nel contenuto di THC, così come le proporzioni relative di composti minori ma ancora psicoattivi come mircene, limonene e alfa-pinene, creano tutti ciò che gli utenti percepiscono come alti diversi che "distinguono" C. indica a partire dal C. sativa.

Verdetto

Le persone tendono ad esagerare le differenze tra le piante, ma in realtà sono le loro esperienze soggettive che differiscono, non la pianta. Ciò che è distinto non sono le specie ma le varietà biochimiche. Le differenze nella biochimica esistono da molto tempo da quando esistevano gli antenati della specie umana. Oggi, la selezione artificiale consente ai coltivatori di cannabis di creare varietà di marijuana con gli effetti descritti di C. indica.

Se stai cercando di acquistare Indica Semi di Cannabis o sativa semi di cannabis, Coffee Shop Seeds è l'opzione migliore. Mettiti in contatto con noi oggi per vedere come possiamo aiutarti.

We & #039; re Social - Diffondi l'amore